Home » Istruzione » Normativa » 2010 » Ottobre » prot3714_10
 
 
Prot. AOODGSSSI 2010 n. 3714
 

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi- Uff VII

Roma, 6 ottobre 2010

Oggetto: Anagrafe nazionale alunni – aggiornamento frequenze 2010/2011


Il decreto ministeriale 5 agosto 2010, n. 74, emanato in attuazione dell'articolo 3, comma 1 del decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76, definisce criteri, modalità e strumenti per la realizzazione dell'Anagrafe Nazionale degli Alunni.
Tale decreto consente oggi di costruire, con la collaborazione delle istituzioni scolastiche, uno strumento in grado di rispondere puntualmente alle finalità volute dal decreto n. 76/2005.
Fino ad oggi l'Anagrafe Alunni ha rappresentato un mezzo di rilevazione dati ad esclusivi fini statistici e quindi utilizzabile per sole analisi di tipo quantitativo.
Con il prossimo aggiornamento i dati acquisiti nell'Anagrafe Alunni rappresentano il necessario presupposto per la successiva integrazione con le Anagrafi Regionali degli Alunni, anagrafi queste che, a loro volta, vengono integrate con le anagrafi comunali della popolazione.
A tale ultimo fine, questo Ministero ha avviato le opportune intese per definire l'accordo quadro in sede di Conferenza unificata, di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, secondo quanto previsto dal decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76.
Pertanto, avendo definito i presupposti di tipo normativo, nel corrente anno scolastico le attività di rilevazione, per tutte le scuole statali e paritarie, a partire dalla scuola primaria, si avviano il 13 ottobre p.v., secondo le modalità di seguito specificate e devono essere improrogabilmente completate entro e non oltre il 30 ottobre.
Da quest'anno la comunicazione al SIDI delle frequenze degli alunni prevede, oltre alle informazioni trasmesse negli anni scorsi (dati anagrafici dell'alunno, classe e sezione), anche l'indicazione del tempo scuola - per la primaria e la secondaria di I grado - e dell'indirizzo di studio per le secondarie di II grado.
In particolare, per quanto riguarda la secondaria di secondo grado, una volta trasmessi gli indirizzi di studio, le scuole dovranno, direttamente sul portale SIDI, associare tali indirizzi a uno di quelli presenti nelle due classificazioni proposte: una per le sole classi prime interessate dalla riforma e l'altra per le restanti classi del previgente ordinamento.
Per eventuali chiarimenti può essere contattato il Servizio di Statistica e in caso di problemi tecnici dell'applicazione è disponibile il numero verde curato dal gestore del sistema informativo 800903080.

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Emanuele Fidora

 Allegati
  All. 1 - Indicazioni operativeScarica
  All. 2 - Tracciato recordScarica
  All. 3 - Informativa sulla privacyScarica
 Destinatari
Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie

e p.c.
Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali

Al Sovrintendente Scolastico per la Regione
Valle d'Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento

Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua
italiana di Bolzano

All'Intendente Scolastico per la scuola in lingua
tedesca di Bolzano

All'Intendente Scolastico per la scuola delle località
ladine di Bolzano

Loro Sedi