Home » Ministero » La Ministra » Comunicati Stampa » 2016 » cs030316bis
 
 
 

Ufficio Stampa

Roma, 3 marzo 2016

Il “public speaking” tra i banchi
Firmato Protocollo d’Intesa tra Miur e TED
per incrementare le competenze argomentative degli studenti
Giannini: “Sono molto orgogliosa per questo accordo”

Lezioni, concorsi ed eventi per portare il “public speaking”  tra gli studenti. Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, e il coordinatore di TEDGlobal, Bruno Giussani, hanno sottoscritto questa mattina un Protocollo triennale d’Intesa tra il MIUR e TED per migliorare le competenze argomentative degli studenti delle scuole secondarie di II grado di tutta Italia. Il Protocollo prevede per gli alunni dei percorsi formativi – non obbligatori, ma su base volontaria – con i TED-Ed Clubs per migliorare la capacità di parlare in pubblico, di sapersi esprimere con chiarezza ed efficacia in lingua italiana e in lingua inglese, sia nell’ambito delle attività scolastiche, sia nell’ambito di future occasioni professionali.
All’evento, nella Sala della Comunicazione del Miur, sono intervenuti anche Gerolamo Saibene, ambassador di TEDX Italia, Andrea Pauri, curatore di TEDX Bologna e Andrea Senaccheribbe, vincitore di Google Science e ideatore di un algoritmo per la ricerca di un farmaco anti Ebola. A coordinare gli interventi Elena Ugolini, consigliere del Ministro Giannini.
“Sono davvero molto orgogliosa che sia l’Italia il primo Paese ad adottare e lanciare a livello nazionale il ‘metodo’ TED – ha detto il Ministro Giannini nel corso dell’evento – Imparare ad argomentare le proprie idee, imparare a farle capire e a valorizzarle, è uno strumento potentissimo. L’iniziativa che mettiamo oggi in campo – ha aggiunto il Ministro - è in linea con i principi della Buona Scuola: arricchire l’offerta formativa e le competenze dei ragazzi anche attraverso collaborazioni di valore come questa che aprono le lezioni all’esterno rendendole più vicine alle esigenze degli studenti”.
“Sono molto felice di poter lanciare per la prima volta a livello nazionale, con la collaborazione di un Ministero, il progetto TED-Ed Clubs - ha spiegato Bruno Giussani - Per noi è fondamentale la capacità di argomentare e comunicare in pubblico efficacemente le proprie idee, ancor più nel mondo dei social e della brevità dei messaggi”.

TED è un'organizzazione no-profit votata alle "idee che meritano di essere diffuse" - "ideas worth spreading". Nata come una conferenza di quattro giorni in California 30 anni fa, TED è cresciuta nella sua missione attraverso diverse iniziative e diversi progetti pensati tutti per creare una piattaforma globale per diffondere conoscenze e idee.

Con la firma del Protocollo verrà dato avvio al progetto pilota TEDxYouth@Bologna2016, il primo evento-concorso TEDxYouth rivolto a tutti gli studenti italiani delle scuole secondarie di II grado che potranno candidarsi e raccontare le proprie idee con un proprio talk in 11 diverse categorie: scienze, matematica, musica, arte, pensiero critico, start-up/idee imprenditoriali, tecnologia, sostenibilità, informatica, sport, “X” (categoria libera).
Dal 3 marzo al 30 settembre prossimi gli alunni potranno candidarsi sul portale http://www.tedxyouthbologna.com. Gli 11 finalisti, selezionati dal web e da una giuria qualificata, saliranno sul palco di TEDxYouth@Bologna 2016 il 12 novembre 2016, in contemporanea con numerosi altri eventi TEDxYouth in tutto il mondo.
Nei prossimi giorni il Ministero dell’Istruzione invierà alle scuole una circolare con le indicazioni per accedere ai percorsi formativi del mondo TED.

Il video dell’evento: https://youtu.be/DaKniS15aw0