Home » Ministero » La Ministra » Comunicati Stampa » 2012 » cs050712
 
 

Ufficio Stampa

Roma, 5 luglio 2012

Innovazione, dal Miur altri 655,5 milioni per le "città intelligenti"

Pubblicato il nuovo bando Smart Cities and Communities

Domani a Firenze la presentazione con Profumo

Città intelligenti in tutta la Penisola. Dopo la conclusione della selezione e il finanziamento dei progetti individuati nell’ambito del bando Smart Cities and Communities dedicato alle Regioni del Sud, è stato pubblicato oggi sul sito del Miur il bando relativo a tutte le Regioni italiane. E domani sarà presentato, in anteprima nazionale, a Firenze, dal ministro Francesco Profumo. I progetti che saranno selezionati potranno contare, complessivamente, su un finanziamento di 655,5 milioni di euro, di cui 170 milioni di contributo nella spesa e 485,5 milioni di credito agevolato.

Le idee dovranno proporre soluzioni innovative per la risoluzione di problemi in ambiti urbani e metropolitani, affrontando temi quali la mobilità, la sicurezza, l’educazione, il risparmio energetico e l’ambiente. Sono 16, in particolare, i settori di intervento individuati dal bando: Sicurezza del Territorio, Invecchiamento della Società, Tecnologie Welfare ed Inclusione, Domotica, Giustizia, Scuola, Waste Management, Tecnologie del Mare, Salute, Trasporti e Mobilità Terrestre, Logistica Last-Mile, Smart Grids, Architettura Sostenibile e Materiali, Cultural Heritage, Gestione Risorse Idriche, Cloud Computing Technologies per Smart Government.

A differenza di quanto previsto dal bando per le Regioni del Sud, aperto esclusivamente alle idee provenienti dallo stesso territorio, il bando presentato oggi è aperto a imprese, centri di ricerca, consorzi e società consortili, organismi di ricerca con sedi operative su tutto il territorio nazionale, o che si impegnino a costituire una sede in Italia in caso di approvazione del progetto. Un ruolo particolarmente importante sarà svolto dalle Pubbliche Amministrazioni locali, che saranno coinvolte nella sperimentazione e nell’applicazione concreta dei risultati conseguiti.

Una linea per 25 milioni di euro è infine dedicata a progetti di Social Innovation proposti da giovani di età inferiore ai 30 anni, replicando in tal modo l’analoga iniziativa che tanto successo ha riscosso in occasione del Bando Smart Cities per il Sud.