Home » Ministero » La Ministra » Comunicati Stampa » 2015 » cs111215
 
 

Ufficio Stampa

Roma, 11 dicembre 2015

Sport e Salute, siglato protocollo MIUR-CONI-FERRERO
per diffondere l'eredita di #Expo2015

Diffondere l'eredità di #Expo2015 e i suoi messaggi sull'educazione alla salute e ai corretti stili di vita e sulla pratica sportiva. È l'obiettivo del Protocollo di intesa siglato questa mattina al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca dal Ministro Stefania Giannini, dal Presidente del Coni Giovanni Malagò e dal Presidente di Ferrero S.p.A. Francesco Paolo Fulci che, insieme al Direttore degli Affari Istituzionali di Expo 2015 Roberto Arditti, hanno tracciato un bilancio delle attività svolte insieme nel corso dell'Esposizione Universale di Milano.

Fra progetti on line, visite a Milano, concorsi, il Miur ha coinvolto più di 5 milioni di studenti, italiani e stranieri. Una community da non disperdere. L'area Kinder+Sport, nata dalla collaborazione Miur-Coni-Ferrero-Expo, ha attratto oltre 230.000 visitatori, fra cui 100.000 bambini di età compresa fra i 5 e i 12 anni. I ragazzi hanno potuto partecipare ad attività ludiche e didattiche legate allo sport attraverso l'installazione Joy of Moving Garden e l'Active Arena, un campo sportivo con giochi sviluppati da una apposita Commissione Scientifica.

"Oggi apriamo un altro padiglione, un padiglione virtuale, in cui ci riproponiamo di educare i nostri ragazzi, cittadini di domani, ai corretti stili di vita proseguendo il lavoro cominciato tutti insieme ad Expo. Non è la fine di un percorso, ma l'inizio di un nuovo progetto congiunto attorno al valore della salute e alla responsabilità che condividiamo di mantenere il nostro pianeta in condizioni di sostenibilità, equità, condivisione equa di tutti i suoi patrimoni. Con questo spirito abbiamo voluto fortemente che nella legge 107, la Buona Scuola, ci fosse un'attenzione specifica ai temi della salute e dei corretti stili di vita", ha dichiarato il Ministro Giannini.

"Quella di Expo è la più bella scommessa vinta, negli ultimi 20-30 anni, dal sistema Paese perché abbiamo saputo fare squadra. In futuro, dovremo ricordarci di questa esperienza positiva e aggrapparci ad essa, utilizzando il lavoro fatto per altre esperienze. Oggi abbiamo numeri in miglioramento: aumentano le pratiche sportive, diminuiscono la sedentarietà e l'obesità. C'è ancora tanta strada da fare, ma le classifiche si stanno muovendo, anche grazie al messaggio partito e diffuso dal padiglione Kinder+Sport ad Expo e dai ragazzi che lo hanno visitato", ha sottolineato il Presidente Giovanni Malagò.

"Come Ferrero ci consideriamo altamente onorati per aver contribuito allo straordinario successo dell'Expo, cui abbiamo creduto fin dall'inizio. Grazie alla partnership con Miur, Coni e Expo, l'iniziativa 'Joy of moving' si è affermata come metodo innovativo per la trasmissione della pratica sportiva e motoria tra i giovani e l'Area Kinder+Sport ha rappresentato un'iniziativa di forte successo: già ora è un progetto globale che coinvolge oltre 3 milioni di ragazzi nel mondo e ci proponiamo di arrivare a 5 milioni entro il 2018 in trenta paesi", ha aggiunto il Presidente di Ferrero Francesco Paolo Fulci.

"Expo ha funzionato perché è stato un progetto congiunto in cui strategica è stata la collaborazione fra istituzioni. Collaborazione che si rinnova oggi in questo incontro al Miur e che proseguirà nei prossimi mesi nell'ottica di non disperdere l'importante eredità dell'esposizione Universale", ha concluso Roberto Arditti.

Il Protocollo siglato oggi consentirà di ottimizzare la condivisione di queste esperienze, di progetti e strategie per l'educazione ai comportamenti alimentari corretti e ad uno stile di vita attivo, mettendo in sinergia tre grandi realtà (Miur, Coni e Ferrero) che guardano con attenzione alla salute dei più giovani. Prevenire e contrastare l'insorgenza di disturbi e patologie correlati a comportamenti alimentari non corretti e a sedentarietà sarà l'obiettivo comune. Da realizzare diffondendo nuove metodologie didattiche, proseguendo e potenziando le attività sullo sport già messe in campo con il Coni attraverso l'iniziativa "Sport di classe" e i Campionati sportivi studenteschi, realizzando iniziative educative sulla scorta di quelle già sperimentate ad Expo.