Home » Ministero » La Ministra » Comunicati Stampa » 2009 » cs170909
 
 

Ufficio Stampa

Roma, 17 settembre 2009

Scuola, Gelmini premia il "docente dell’anno"
Le nuove tecnologie protagoniste del concorso indetto da Associazione Nazionale Presidi e Microsoft

Questa mattina il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini ha premiato i vincitori del concorso “Docente dell’anno” per l’anno scolastico 2008/2009.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Nazionale Presidi in collaborazione con Microsoft, ha coinvolto i docenti delle scuole di ogni ordine e grado con l’obiettivo di diffondere l’utilizzo della tecnologia informatica nell’insegnamento. I 3 vincitori nelle rispettive categorie (tecnologica, umanistica, scientifica) hanno ricevuto in premio uno stage all’estero di una settimana presso una scuola che utilizza già le nuove tecnologie nella didattica. I docenti vincitori avranno la possibilità dunque di confrontarsi direttamente con strumenti di lavoro innovativi ed efficaci.

L’introduzione delle nuove tecnologie in classe è uno degli obiettivi del Ministero dell’Istruzione. Partirà a breve infatti il nuovo Piano di Comunicazione per avviare un dialogo costante tra Miur, Dirigenti scolastici e docenti sui diversi aspetti della Riforma della scuola secondaria di II grado. Questo progetto si svilupperà attraverso diversi canali di comunicazione tra cui:

  • Un format televisivo sul web per documentare le migliori esperienze tecnologiche realizzate negli istituti scolastici e metterle a disposizione delle scuole di tutto il Paese.
  • Una WebTv interattiva dedicata alla scuola per promuovere l’innovazione e i nuovi contenuti.

Il ministero inoltre ha già avviato il progetto La scuola digitale per diffondere le nuove tecnologie in classe. Il piano si articola in due fasi: la prima, proposta a gennaio 2009 e già operativa, prevede l’introduzione delle “Lavagne interattive multimediali (LIM)”, la seconda denominata cl@ssi 2.0, è un progetto rivolto a 2.015 istituzioni scolastiche della scuola secondaria di primo grado e prevede di dotare una o più classi prime di una completa attrezzatura tecnologica.

Da quest’anno scolastico (2009-2010) saranno installate 16.000 LIM in altrettante classi della scuola secondaria di I grado. Inoltre 50.000 insegnanti saranno coinvolti in percorsi di formazione che interesseranno oltre 350.000 studenti. Nell’anno scolastico 2010-2011 il piano si estenderà alla scuola secondaria di II grado e alla scuola primaria, dove saranno distribuite 8.000 LIM e coinvolti circa 25.000 insegnanti.

La LIM consente di visualizzare ed interagire con contenuti e applicazioni in formato digitale. I ragazzi potranno scrivere e leggere testi, guardare immagini, animazioni e video. I contenuti e i software visualizzati sulla lavagna digitale funzionano esattamente come sul computer ad essa collegato: le icone dei programmi presenti sul pc possono essere cliccate, i file selezionati e trascinati, aperti, modificati, collegati, salvati e cancellati.

Da quest’anno inoltre sarà possibile consultare on line, sui siti internet delle scuole, le pagelle degli studenti e gli istituti potranno organizzare sistemi per avvisare via sms i genitori quando i figli saranno assenti.

“L’evento di oggi – ha dichiarato il ministro Mariastella Gelmini - dimostra che la collaborazione tra innovazione, insegnanti, studenti e istituzioni può portare a dei grandi risultati. Oggi abbiamo, con i progetti premiati, la prova dell’eccellenza di questo virtuoso incrocio di competenze e capacità.

Le nuove tecnologie – ha aggiunto il ministro - sono importanti anche per agevolare il complesso lavoro delle riforme, incentivando la comunicazione interna. Abbiamo recentemente avviato un Piano di Comunicazione che si avvale proprio delle nuove tecnologie per avviare un dialogo con i Dirigenti scolastici, i docenti e le famiglie sulla Riforma della scuola secondaria di secondo grado. E’ la prima volta che si apre un canale così diretto tra istituzioni e quelli che saranno i veri attori del cambiamento”.