Home » Ministero » La Ministra » Comunicati Stampa » 2015 » cs180715
 
 

Ufficio Stampa

Roma, 18 luglio 2015

Borsellino, domani oltre 200 studenti in Via d'Amelio‬‬‬‬‬
‪Giannini: "La scuola ha il dovere della memoria"

Saranno oltre 200 gli studenti palermitani che domani mattina coloreranno con una grande tela via d’Amelio per ricordare la strage in cui furono uccisi Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. “Per i cittadini di domani – coloriamo via d’Amelio”, è l’iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca insieme al Centro Studi Paolo Borsellino e al Laboratorio Zen Insieme. La presenza degli studenti in Via d'Amelio rientra fra le azioni messe in campo dal Miur per educare le giovani generazioni alla lotta contro tutte le mafie.

“La scuola ha un ruolo chiave nella diffusione della cultura della legalità, della responsabilità e della giustizia tra i giovani - spiega il Ministro Stefania Giannini -. È tra i banchi che si formano le coscienze e i cittadini di domani. La trasmissione della memoria di figure esemplari come quella di Borsellino è un dovere e un impegno che va in questa direzione".

Gli oltre 200 ragazzi che domani saranno in via d'Amelio prenderanno parte a iniziative ludico-didattiche e potranno incontrare Rita Borsellino, sorella di Paolo, e Maria Tomarchio, Presidente del Centro Studi Paolo Borsellino.
La mattinata sarà accompagnata dalle esibizioni dell'Orchestra scolastica provinciale DI.Sco Brass Ensamble, diretta da Giuseppe Privitera, dall'Orchestra Giovanile di Brancaccio, diretta da Daniele Malinverno e dal Coro Giovanile di Brancaccio, diretto da Pia Tramontana.