Home » Ministero » Il Ministro » Comunicati Stampa » 2011 » cs190411
 
 

Ufficio Stampa

Roma, 19 aprile 2011

Ricerca, presentato il Pnr 2011-2013
1.772 milioni di euro per gli Enti di Ricerca
Via libera a 14 Progetti Bandiera

E’ stato presentato oggi al Senato, alla presenza del Ministro Mariastella Gelmini, il Programma Nazionale della Ricerca per il triennio 2011-2013 che prevede l’avvio di 14 Progetti Bandiera. Il Cipe ha stanziato 1.772 milioni di euro, una somma che potrà generare un volume complessivo di investimenti di circa 2.522 milioni di euro per l’intero arco temporale di attuazione dei progetti. Il Pnr, che stabilisce gli indirizzi e le strategie da adottare nei settori della ricerca per il rilancio dell’economia e dello sviluppo, sarà finanziato con risorse proprie degli enti di ricerca (una quota pari al 7% del fondo di finanziamento degli enti di ricerca) e con una quota del Fondo Agevolazione e Ricerca (FAR).

I Progetti Bandiera:

  • Super B Factory (INFN e IIT)
    Nuovo e avanzatissimo acceleratore per elettroni e positroni ad alta luminosità in grado di rispondere a esigenze di ricerca di base e di fisica applicata.

  • COSMO-SkyMed II Generation (ASI)
    Costellazione di due satelliti con a bordo radar operanti in Banda X, per l’osservazione della superficie terrestre, a elevata risoluzione spaziale e temporale. Il progetto prevede anche una stazione terrestre dedicata alla ricezione, elaborazione e immagazzinamento dei dati di telerilevamento.

  • EpiGen – EPIGENOMICA (CNR)
    Attività attinente lo sviluppo della scienza della vita e riguardante avanzamenti nella teoria di sequenziamento del DNA e RNA

  • Ritmare – Ricerca italiana per il mare (CNR)
    Questo progetto propone una ricerca scientifica e tecnologica dedicata al mare e a tutte le sue problematiche con i seguenti obiettivi fondamentali

  • L’ambito nucleare (CNR – INFN)
    L’idea di base di questo progetto è il rafforzamento del sistema energetico nazionale insufficiente ora, e ancor più nel prossimo futuro, considerata la crescente e inevitabile richiesta di energia.

  • La fabbrica del futuro (CNR)
    Progetto orientato a un nuovo sviluppo sostenibile dell’ambiente manifatturiero, in particolare per promuovere più efficacemente il MADE IN ITALY. Gli ambiti di ricerca riguardano: beni strumentali, sistemi di produzione avanzati, tipologie di fabbriche del futuro ad alto gradi di affidabilità per i prodotti e di beni.

  • Astri - Astrofisica con specchi a tecnologia replicante italiana (INAF)
    Questa proposta è incentrata su osservazioni da terra per lo studio della più alta porzione di energia dei fotoni gamma. La sfida è far funzionare i rilevatori a terra per raggiungere competitività anche a livelli di energia fino ad oggi appannaggio dei satelliti.

  • Ricerca e innovazione tecnologica nei processi di conoscenza, tutela, valorizzazione e sicurezza dei beni culturali (CNR, ASI, INGV)
    Rappresenta un’opportunità di ricerca di alto valore aggiunto con aspetti di forte validità intrinseca dal punto di vista storico, culturale e architettonico del nostro Paese e di impatto potenziale notevolissimo nei confronti del turismo culturale di nuova generazione.

  • Progetto Sigma (MIUR - DIFESA - ASI)
    Si tratta di costruire un sistema di comunicazione satellitare per scopi istituzionali, di cui il nostro Paese è mancante.

  • Satellite ottico per il Telerivamento (MIUR - DIFESA - ASI)
    Si tratta di un mini satellite con disponibilità a bordo di un sistema di osservazione ottico ad altissima risoluzione da impiegare come integrazione alle capacità di osservazione di COSMO SKYMED II GENERATION che invece opera con radar a raggi X.

  • Nanomax (CNR)
    L’idea attiene lo sviluppo di una piattaforma innovativa automatizzata a contenuto nanotecnologico, per la diagnostica emergente molecolare multi-parametrica in vitro; in particolare verranno sviluppate e impiegate tecnologie in grado di consentire diagnostiche avanzate, basata su profili genetici e profili incentrati su marcatori proteomici e metabolomici.

  • InterOmics (CNR)
    Sviluppo di una piattaforma integrata di conoscenze pluridisciplinari per l’applicazione delle scienze “omiche” alla definizione di bio-marcatori e profili diagnostici, predittivi e teranostici. Il progetto propone un modello in rete coadiuvate da una serie di piattaforme tecnologiche orientato alla gestione dell’intera filiera delle scienze omiche (nomica, proteomica, breathomica, bioinformatica.)

  • Progetto Ignitor
    E’ un progetto che sarà realizzato in collaborazione con la Russia e sarà aperto al coinvolgimento di prestigiose istituzioni Usa per studiare e sperimentare per la prima volta plasmi termonucleari in grado di accendersi. Il raggiungimento delle condizioni di accensione è il passo fondamentale per dimostrare la fattibilità di un reattore a fusione in grado di produrre energia.

  • Elettra-fermi-eurofel
    Sviluppo e costruzione di impianti che consentano la realizzazione e l’avvio del progetto Fermi-Elettra collegato al progetto di infrastrutture EU-Eurofel inserito nella road map estri. Progetto già in fase di realizzazione con finanziamento parziale da parte dell’Unione Europea.

All’interno del PNR, in un’ottica di miglioramento della capacità della Pubblica Amministrazione di operare nel settore della ricerca, si prevede l’istituzione, presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di un apposito Tavolo tecnico per la Semplificazione in materia di ricerca. Tale tavolo sarà supportato anche dalla collaborazione di soggetti che, nei diversi ruoli, interagiscono nel mondo della ricerca, quali rappresentanti del mondo delle imprese (Confindustria/Reti d’impresa), del mondo bancario (ABI) o possono contribuire ad individuare forme di finanziamento più efficienti (Cassa Depositi e Prestiti).

Roma, 19 aprile 2011

 Allegati
  Sintesi PNR 2011 2013Scarica