Home » Ministero » La Ministra » Comunicati Stampa » 2016 » cs250516
 
 
 

Ufficio Stampa

Roma, 25 maggio 2016

Appalti pre-commerciali, 7,7 mln per servizi
di ‘early warning e gestione soccorso’
Bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Ue e presentato al Forum PA,
è il primo avviso PCP di un’Amministrazione centrale

Oltre 7,7 milioni di euro per l’acquisto di servizi per l’Early warning, l’allerta preventiva dell’emergenza e dei disastri naturali, e la gestione del soccorso. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea e presentato al Forum PA il bando del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che punta a promuovere l’innovazione e a garantire servizi pubblici sostenibili e di elevata qualità in materia di protezione civile utilizzando la formula innovativa del Pre Commercial Procurement (PCP). Si tratta del primo bando di questo tipo emesso dal Miur.

Il PCP è una tipologia appalto che intende promuovere l’innovazione per garantire servizi pubblici sostenibili e di elevata qualità e si caratterizza per:

  • l’acquisizione di servizi di Ricerca e Sviluppo (R&S) mediante procedura di pubblica evidenza, precedente alla fase di commercializzazione, finalizzata alla produzione o al sostanziale miglioramento di beni e servizi innovativi;
  • il cofinanziamento alla ricerca industriale per la realizzazione di servizi e prodotti innovativi non ancora presenti sul mercato;
  • la condivisione di rischi e opportunità fra soggetto appaltante e fornitore;
  • la suddivisione dei diritti di proprietà intellettuale sui risultati dell’appalto, con il vincolo che essi non appartengano esclusivamente alla stazione appaltante;
  • lo sviluppo competitivo per fasi.

Il Miur e il PCP

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca si è distinto negli ultimi anni per il proprio spirito pionieristico: nel 2013 è stato pubblicato un avviso per individuare i fabbisogni di ricerca da parte delle amministrazioni pubbliche locali dell’area Convergenza. L’avviso, pubblicato con il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), ha riscosso un forte interesse da parte dei potenziali beneficiari e, a seguito di un processo valutativo, sono state selezionate e individuate 42 Manifestazioni di interesse, 30 delle quali attribuite direttamente alla competenza del Miur, per un controvalore stimato di almeno 90 milioni di euro. Successivamente, nell’aprile 2015, il Miur ha avviato una collaborazione con l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgId) che ha portato alla definizione della prima procedura di gara relativa alla tematica dell’‘Early Warning’, basata anche sui risultati della preliminare consultazione di mercato che si è svolta il 30 ottobre 2015 presso la sede di AgID. Si tratta della prima esperienza Miur di Precomercial Pubblic Procurement, ma soprattutto della prima esperienza PCP avviata a livello nazionale da amministrazioni centrali.

Il bando

Il bando PCP “Early Warning” si fonda su specifici fabbisogni di ricerca manifestati dal Dipartimento Protezione Civile Regione Sicilia e dai due Comandi Provinciali dei vigili del fuoco di Lecce e Caserta. È stato pubblicato sulla GUCE e prevede un finanziamento pari a € 7.713.834, IVA inclusa. La scadenza è fissata al 26 luglio 2016.

Saranno finanziate soluzioni per la realizzazione di sistemi di monitoraggio per l’allertamento preventivo dei disastri naturali (early warning) e l’organizzazione rapida degli interventi di emergenza. Le soluzioni proposte dovranno avere caratteristiche di sistematicità, consentire un incremento della resilienza dei sistemi territoriali, migliorare significativamente la tempestività e l’efficacia degli intervento di soccorso.

Il bando e ogni riferimento alla documentazione di gara sono reperibili al link http://ted.europa.eu/udl?uri=TED:NOTICE:174410-2016:TEXT:IT:HTML