Home » Ministero » La Ministra » Focus » 2013 » focus150113
 
 
 
 

Il Ministro tedesco Schavan inaugura la Biblioteca Hertziana con il Sottosegretario Ugolini

Roma, 15 Gennaio 2013

Il Ministro Federale dell'Educazione e della Ricerca tedesco Annette Schavan inaugurerà stamattina a Roma, assieme al Sottosegretario di Stato all’Istruzione Elena Ugolini e al presidente dell’istituto Max-Planck-Gesellschaft, Prof. Dr. Peter Gruss il nuovo edificio della Biblioteca Hertziana in via Gregoriana, 31 alle ore 10.30.

Questo evento testimonia la considerazione che la Germania ha della cultura italiana. Lo scopo principale dell’istituto di ricerca tedesco, infatti, è lo studio della storia dell’arte italiana e della cultura del Rinascimento a cui si riconosce il valore indiscusso di patrimonio per l’umanità. Henriette Hertz, la mecenate la cui donazione ha dato vita all’allora Società Kaiser-Wilhelm Gesellschaft, ha infatti sempre sostenuto l’importanza della valorizzazione dell’arte italiana, con particolare riferimento a Roma quale punto di partenza della cultura europea.

La stretta collaborazione tra Italia e Germania, oltre che sul livello culturale e intellettuale, si è rafforzata negli ultimi mesi anche a livello di politiche formative per favorire l'occupazione dei giovani e la loro mobilità nel mercato del lavoro europeo. Lo scorso 11 dicembre a Berlino infatti è stato firmato dal Ministro Federale dell'Educazione e della Ricerca Prof. Dr. Annette Schavan e dal Sottosegretario di Stato all’Istruzione Prof.ssa Elena Ugolini un Memorandum tra i due Paesi, per il potenziamento del ruolo dell’istruzione tecnico-professionale.
In attuazione dell'Accordo è stata già costituita una task force per la realizzazione di 5 progetti che coinvolgeranno istituti tecnici, istituti professionali, centri di formazione professionale, fondazioni ITS ed aziende in alcune aree cruciali per lo sviluppo del nostro Paese: meccatronica, efficienza energetica, trasporti e logistica.
Saranno coinvolti circa 2 mila giovani che avranno la possibilità di intraprendere percorsi fortemente integrati con l' impresa, orientati al modello del sistema duale tedesco, e svolgere stage e tirocini in aziende italiane e anche tedesche.