Home » Ministero » Il Ministro » Focus » 2014 » focus161014
 
 

In classe si legge ad alta voce, dal 29 al 31 ottobre "Libriamoci"

Roma, 16 ottobre 2014

Tre giorni di letture ad alta voce, in classe, per riscoprire grandi classici o portare in aula volumi freschi di stampa. Il 29, 30 e 31 ottobre va in scena “Libriamoci”, l’iniziativa promossa dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Miur) e da quello dei Beni culturali e delle Attività culturali e del Turismo (Mibact), insieme al Centro per il libro e la lettura. Sono invitate a partecipare tutte le scuole, statali e paritarie, dalla materna alle secondarie di II grado. Sarà un grande momento per ridare valore e centralità alla lettura in un Paese dove i dati segnalano, purtroppo, scarso amore per i libri. Ancora una volta sarà la scuola a dare l'esempio liberando la lettura nelle classi con l'aiuto di attori, scrittori, autori, musicisti, intellettuali e politici che leggeranno brani ad alta voce, grazie alla collaborazione con la Conferenza delle Regioni, l'Anci (Associazione dei Comuni), il Salone internazionale del Libro di Torino, il Festival della Scienza di Genova, Rai Fiction, Radio2, Radio3, il Corriere della Sera, la Fondazione Bellonci, il Reparto Pediatrico dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna e molti altri interlocutori pubblici e privati.

I lettori “vip” avranno il compito di innescare un contagio tra nuovi e appassionati lettori. 
“Libriamoci” è stata presentata lo scorso 1° ottobre all’Università “Alma Mater” di Bologna, alla presenza dei Ministri Stefania Giannini e Dario Franceschini e del primo testimonial ufficiale dell’iniziativa, Pierfrancesco Diliberto, in arte “Pif”.

Il 31 ottobre il Ministro Giannini sarà al Liceo Classico “Galileo Galilei” di Verona, in veste di lettrice. "Con questa iniziativa - spiega - vogliamo mettere insieme cultura e istruzione e riportare al centro della scuola la parola. Perché il libro è questo: uno strumento tangibile per trasmettere un patrimonio intangibile come il pensiero”.

“Sarà un vero e proprio evento - ha spiegato il giorno del lancio il Ministro Franceschini - sul modello dei tanti festival del cinema, della letteratura e della filosofia, che attraggono folle, ma senza spostare di un'unità lo sparuto numero di lettori della Penisola”. Il Ministro Franceschini sarà presente come lettore in una scuola elementare di Napoli il 30 ottobre.

Maratone, sfide, messe in scena, canzoni: non ci sono format o schemi ben definiti perché quello che conterà sarà leggere, leggere, leggere… Ciascuna scuola è invitata a organizzare percorsi di lettura con gli studenti. Attualmente, gli eventi già programmati e visibili sulla banca dati sono circa 1.500 e molti altri sono in corso di inserimento. L’iniziativa ha avuto un’accoglienza più che positiva anche in numerose scuole italiane all’estero.

Ci sono state numerose adesioni da parte del mondo della politica. L’Anci ha invitato tutti i sindaci a leggere nelle scuole.
Molte le adesioni arrivate anche dal panorama editoriale e culturale italiano. La promozione della lettura può contare anche sulla partecipazione dei media. Su twitter è ormai un trend topic l'hastag #unamoredilibro lanciato dal Corriere della Sera che collabora nella diffusione dell'iniziativa. E il 30 ottobre Beppe Severgnini incontrerà i ragazzi delle scuole milanesi presso l’”Auditorium Testori” di Palazzo Lombardia.

All’appello di “Libriamoci” ha risposto anche Gino Paoli, cantante e presidente Siae (la Società Italiana degli Autori ed Editori) che ha anche esteso l'invito "agli autori e agli artisti tutti, dalla musica alla letteratura, dal cinema al teatro, dalle arti figurative alla televisione". La Siae ha dato anche la propria disponibilità per supportare l'organizzazione dell'iniziativa. 
Nella piazza virtuale consigli, scambi di emozioni e ricordi da una manciata di giorni si affastellano l'uno dietro l'altro. E le scuole si preparano a recepire i consigli degli utenti. “Rai Fiction” ha realizzato uno spot per ricordare che "un terzo delle fiction Rai nasce dai libri" e inserirà un riferimento a “Libriamoci” in una puntata della nota serie "Un posto al sole”. Da giovedì 2 ottobre è poi attivo un sito internet dedicato (www.ilmaggiodeilibri.it), dove le istituzioni scolastiche possono prendere spunti per organizzare iniziative e attività nelle proprie scuole.

Inoltre, le scuole interessate potranno proseguire o sviluppare l’esperienza di “Libriamoci” in percorsi più articolati e strutturati da concludere entro maggio 2015, in occasione della nuova edizione della campagna nazionale “Il Maggio dei Libri”.

Tra gli altri, leggeranno ad alta voce nelle classi: Cinzia Tani, Elio Pecora, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Luciana Littizzetto, Neri Marcorè, Pupi Avati, Massimo Ghini, Veronica Pivetti, Enrico Ianniello, Marisa Tagliaferri, Michelangelo Tommaso, Andrea Bajani, Giuseppe Culicchia, Fabio Geda, Gian Luca Favetto, Ernesto Ferrero, Vincenzo Latronico, Rolando Picchioni, Giuseppe Catozzella, Marco Magini, Paolo Piccirillo, Donatella Di Pietrantonio, Barbara Stefanelli, Daniele Manca, Paolo Mereghetti, Giovanni Bianconi, Paolo Rastelli, Alessandro Cannavò, Paolo Di Stefano, Mario Garofalo, Michele Farina, Paolo Conti, Paolo Fallai, Fiorenza Sarzanini, Alessandra Arachi, Paolo Mottura, Vito Mancuso, Loriano Macchiavelli, Cristina Chiabotto, Virginio Merola, Augusto Fornari, Cinzia Mascoli, Carmen Giardina, Lele Vannoli, Simona Cavallari, Lucianna De Falco, Federico Pacifici, Alessandro Gangi, Daniele Monachella, Rolando Ravello, Francesco Bruni, Cosimo Calamini, Davide Ferrario, Maurizio Sciarra, Giacomo Durzi e Michele Pellegrini.

Link utili: http://www.corriere.it/scuola/dai-cittadini-per-i-cittadini/unamoredilibro/summary.shtml

 Allegati
  Nota prot.n. 5596 del 6 ottobre 2014 Scarica
  Calendario scuoleScarica

Archivio Focus