Home » Ministero » La Ministra » Focus » 2013 » focus200213bis
 
 

Hack4school: progettare il futuro

Roma, 20 febbraio 2013

Tre proposte innovative per la scuola e gli studenti. Tre progetti - per l’internazionalizzazione, l’orientamento e lo sviluppo di nuove offerte formative all’interno della scuola - che rappresentano un esempio concreto di innovazione nella realizzazione di nuovi servizi per l’istruzione. Sono le tre migliori idee realizzate da un team di studenti, selezionate durante l’evento ISchool dell’ottobre 2012, presentate mercoledì 20 febbraio al Miur, alla presenza del ministro Profumo, nel corso di Hack4School: progettare il futuro. Durante l’evento gli studenti hanno illustrato il proprio lavoro, le opportunità che i progetti possono garantire e il percorso intrapreso per renderli accessibili a tutte le scuole interessate.

Complessivamente, sono stati coinvolti nell’iniziativa 120 ragazzi provenienti da varie regioni italiane che hanno preso parte ad un laboratorio in cui progettare, in sei ore e accompagnati da tutor esperti, progetti innovativi per la scuola, come applicazioni per smartphones o nuovi strumenti e servizi web. Sucessivamente, in 4 mesi sono stati realizzati prototipi funzionanti delle 3 proposte finaliste. I team, dopo un primo seminario approfondito svoltosi in ognuna delle tre scuole, sono stati seguiti in un processo formativo e creativo, con il coordinamento del Ministero e il supporto attivo del Consorzio TOP-IX e dell’associazione Junior Achievement, che li ha portati a tradurre le idee in prototipi.

Hack4School intende attivare un processo di progettazione partecipativa tra Ministero, studenti e docenti per promuovere una cultura dell’innovazione basata su un’attitudine imprenditoriale fatta di creatività, competenza e capacità di trovare soluzioni nuove a problemi noti. L’obiettivo è smontare e rimontare, insieme agli studenti, processi, concetti e sistemi legati al mondo della scuola per osservarne il funzionamento e, attraverso progetti reali, esercitare l’attitudine all’innovazione. Lo scopo dell’iniziativa è anche avvicinare i ragazzi al loro futuro lavorativo affiancandoli a professionisti nell’ambito di un processo progettuale in cui possano apprendere “facendo” (learning by doing).

L’edizione 2012 di Hack4School è il primo passo di una strategia più ampia che proseguirà con l’obiettivo di raccogliere, coinvolgere e incoraggiare le esperienze formative che promuovono imprenditorialità, innovazione e competenze digitali in Italia.

Per maggiori informazioni:
http://hack4school.worldwiderome.it/