Home » Ministero » La Ministra » Focus » 2016 » focus281116
 
 

Sport a scuola, Giannini e Malagò
rinnovano il Protocollo Miur-Coni
Un piano triennale per l’educazione sportiva in classe

Roma, 28 novembre 2016

Un piano triennale di iniziative per aumentare la pratica motoria e sportiva in aula. È stato rinnovato questo pomeriggio, al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Protocollo d’Intesa tra il Miur e il Coni, sottoscritto dal Ministro Stefania Giannini e dal presidente del Comitato Olimpico Nazionale Giovanni Malagò.

Il Protocollo ha l’obiettivo di continuare a promuovere l’educazione sportiva degli alunni. Ma anche di favorire l’acquisizione di corretti stili di vita, di prevenire il disagio giovanile e superare la dispersione scolastica. E ancora, di contrastare il bullismo e tutte le altre forme di violenza e di favorire lo sviluppo dell’educazione alla legalità.

“In questi due anni e mezzo con la Buona Scuola abbiamo puntato ad incrementare l’attività sportiva nelle scuole italiane di tutti gli ordini e gradi – ha sottolineato il Ministro Giannini -. Abbiamo immesso in ruolo 2.000 insegnanti di educazione motoria con il piano assunzionale previsto dalla legge. E poi abbiamo messo 1.800 posti a concorso per i nuovi insegnanti di educazione fisica che saranno assunti nel corso di un triennio. Con il Coni abbiamo avviato un progetto, che oggi con questo Protocollo vogliamo rafforzare. Nell’arco di un biennio vogliamo raggiungere il nostro obiettivo. E cioè che tutte le scuole primarie abbiano almeno 2 ore di attività fisica settimanali nella loro agenda scolastica”, ha aggiunto il Ministro.

Il Protocollo Miur-Coni prevede l’incremento delle attività motorie e sportive in aula, con una attenzione alle attitudini, alle preferenze e alle capacità individuali degli alunni, valorizzando le eccellenze. Questo portando avanti in particolare il progetto nazionale “Sport di classe”. Per la scuola primaria i progetti saranno avviati anche nell’ambito dei fondi PON 2014-2020.

Per gli istituti arriverà poi un portale unico dello sport a scuola, che servirà anche per il monitoraggio delle iniziative. Miur e Coni collaboreranno per lo sviluppo di strumenti per il sostegno degli studenti atleti di alto livello (proprio in questi giorni è stata diffusa l’apposita circolare) nella scuola secondaria di II grado e all’Università. Iniziative saranno intraprese anche per la diffusione e la comunicazione dei valori educativi dello sport. Saranno poi promosse esperienze di Alternanza scuola lavoro  secondo quanto previsto da La Buona Scuola, nell’ambito del sistema sportivo e di eventi e attività organizzate dal Coni,  a livello nazionale e territoriale.

Quest’anno il progetto ‘Sport di classe’, giunto alla sua terza edizione, coinvolgerà oltre 7.000 plessi scolastici e 60.000 classi, per un totale di circa 1,2 milioni di bambini (con un incremento di oltre il 40% rispetto a due anni fa).

Video: Sport di classe