Home » Ministero » PEC
 
 

LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)



Questo Ministero ha attivato per le proprie strutture, circa 250 indirizzi di Posta Elettronica Certificata (di seguito, PEC), con l’obbiettivo di favorire la digitalizzazione dei flussi documentali e ridurre i costi di gestione delle comunicazioni tra le articolazioni del MIUR, tra MIUR e scuole, altre Pubbliche Amministrazioni, imprese e cittadini. La PEC è un sistema di posta elettronica, di e-mail, nel quale è fornita a chi invia, una ricevuta elettronica con valenza legale attestante l'invio e la consegna di documenti informatici. Si "certificano" così i due momenti fondamentali nella trasmissione dei documenti informatici: l'invio e la ricezione del messaggio e dell’eventuale documentazione allegata. Quindi quando il messaggio perviene al destinatario, il gestore di PEC invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna con precisa indicazione temporale. Nel caso in cui il mittente smarrisca le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata per legge dal gestore per un periodo di 30 mesi, ne consente la riproduzione con lo stesso valore giuridico delle ricevute originarie. La PEC è pertanto, il nuovo sistema attraverso il quale è possibile inviare e-mail con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno come stabilito dal DPR 11 febbraio 2005 n. 68. Con il sistema di PEC è garantita la certezza del contenuto: i protocolli di sicurezza utilizzati fanno si che non siano possibili modifiche al contenuto del messaggio e agli eventuali allegati. La PEC garantisce, in caso di contenzioso, l'opponibilità a terzi del messaggio. I gestori di PEC certificano quindi, con le proprie "ricevute":

  • che il messaggio è stato spedito
  • che il messaggio è stato consegnato
  • che il messaggio non è stato alterato.

Pertanto i cittadini e gli enti interessati potranno inviare in maniera sicura le loro comunicazioni aventi valenza legale, scrivendo da propri indirizzi di PEC agli indirizzi di PEC dell’Amministrazione Centrale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in Roma o delle Direzioni Regionali e relativi Ambiti Territoriali Provinciali.
Le comunicazioni di carattere ordinario vanno trasmesse all’Ufficio relazioni con il Pubblico o agli indirizzi di posta elettronica ordinaria del MIUR che hanno estensione @istruzione.it.

Per una puntuale verifica del processo di gestione delle comunicazioni ministeriali a mezzo PEC, la Direzione Generale per i Contratti, gli Acquisti, i Sistemi Informativi e la Statistica predispone dal 2012 un Rapporto annuale sulla gestione della PEC col quale si adempie all’obbligo previsto dall’art. 63 co. 3 quater del Codice dell’Amministrazione Digitale, inerente la pubblicazione dei “termini e modalità di utilizzo della posta elettronica certificata”.
Il citato Rapporto è strutturato in tre parti.
La prima dedicata alle norme vigenti che hanno un impatto diretto sulla corretta gestione di un documento informatico trasmesso a mezzo PEC.
La seconda dedicata alle misure attuative di quanto previsto dalla norma e alle disposizioni operative inerenti il buon uso degli strumenti di gestione dei documenti informatici (la posta elettronica ed il protocollo informatico).
La terza evidenza la performance di ciascuna articolazione ministeriale, definita sia su base annuale che triennale. Di seguito sono pubblicate la versione integrale del Rapporto e le singole parti dello stesso. Versione integrale del Rapporto e del decreto di approvazione della Direzione Generale per i Contratti, gli Acquisti, i Sistemi Informativi e la Statistica.

PARTE I – Inquadramento Normativo

PARTE II – Termini e modalità di utilizzo della PEC ex dall’art. 63 co. 3quater del D. Lgs. 7 marzo 2005 n. 82

PARTE III – Performance di gestione della PEC di ciascuna articolazione ministeriale

Versione Integrale